Malta …profumi e sapori

Prima tappa di questa estate che si è fatta attendere .

Malta

Malta dista circa 80 km dalla Sicilia, un isola  piatta come la definisce il nostro autista ( originario di Capri ) mentre ci accompagna in albergo.

Durante il tragitto ci dà qualche indicazione sul territorio e gli isolani, che da quanto dice non godono della sua stima almeno per quanto riguarda lo stile di Guida. Questo particolare avremo modo noi stessi di verificarlo, durante un Transfer alla Valletta.

Noi siamo alloggiati a Mellieħa. Di fronte a noi l’isola di Gozo e Comino.

La sera ceniamo nel ristorante esterno dell’albergo, con vista mare ….panorama Impagabile.

Ordiniamo un antipasto maltese, ci servono un piatto con un insieme di assaggi: pomodori secchi sott’olio, formaggio di capra, crema di legumi simile all’hummus, salsiccia , olive nere il tutto accompagnato da qualche crostino .

Poi passiamo ai tagliolini al nero di seppia con frutti di mare ( per mio marito ) e un filetto di manzo con cipolle caramellate per me.

Sapori nuovi, molti diversi da quelli a cui siamo abituati, qui si sente forte l’influenza araba con spezie che la fanno un pò da padrona anche sul filetto.

La nostra seconda serata la passiamo alla Valletta dove ceniamo in un ristorante Italiano. Qui selezioniamo dal menù un carpaccio di spada che credetemi è FAVOLOSO !!!

A seguire un piatto di spaghetti alla chitarra con scampi ….Buoni ma il carpaccio non lo batte nessuno.!

La terza sera decidiamo di testare il buffet dell’albergo …….quanto mai ! Noi siamo Italiani e qui la clientela è prevalentemente inglese e tedesca. Mio marito da buon italiano si serve al buffet della pasta. Io che sono un’amante dei secondi piatti scelgo invece il buffet della carne ….del pesce nemmeno l’ombra.

A fine serata siamo concordi sul fatto che il buffet era indecente, per assortimento e qualità.

La spesa totale di questa indegna cena, compreso acqua e un vino bianco sfuso di pessima qualità  52€,  per una cifra così ci si aspetta qualcosa di meglio. BOCCIATO

L’ultima sera torniamo al nostro ristorantino fronte mare, dove ordiniamo un pò di tutto  …zuppetta di pesce, tagliolini, guancialino brasato …..buono ….

ma anche a questo giro troppo speziato.

Conclusione :

Se decidete di andare a Malta, anche se dista solo 80 km dalla Sicilia non pensiate di trovare la stessa cucina. Qui è tutto un’altro mondo. Saranno le varie dominazioni che si sono susseguite, sarà quel che sarà ma la cucina maltese non mi ha entusiasmato.

E’ pur vero che abbiamo avuto poco tempo per approfondire le specialità del luogo, chissà magari in futuro ci ripasseremo.

Resta una metà turistica interessante dal punto di vista storico e artistico. La valletta, capitale è senz’altro un luogo suggestivo, sopratutto la sera. Degno di nota senz’altro il mare e panorami di cui si gode su questa isola.

Detto ciò arrivederci alla prossima.

 

 

 

 

Condividi su: facebookgoogle_plusfacebookgoogle_plus
Comments are closed.