Wwoofing …..una vera scoperta !

Mi capita spesso di leggere riviste di cucina e non solo, e su una di queste mi sono imbattuta in un articolo che ha attratto la mia attenzione, parla di Wwoof (World Wide Opportunities on Organic Farms) ed è accompagnata da immagini di campagna e animali.

Decido quindi di approfondire e scopro che il Wwoofing altro non è che la possibilità di fare un’esperienza di vita e lavoro in fattoria. Un’organizzazione che mette in contatto le fattorie di tutto il mondo con chi abbia voglia di cimentarsi in fattoria, con la possibilità di ricevere vitto ed alloggio in cambio di aiuto nei lavori. Un progetto che nasce dal desiderio di valorizzare la cultura contadina, promuovere la sostenibilità e la tutela del territorio.

Sono sincera, ne avevo sentito parlare, ma nonostante la cosa mi incuriosisse, non ho mai approfondito l’argomento. Ecco però che mi viene offerta l’opportunità di farlo attraverso questo articolo; proseguo la mia ricerca di notizie in merito, navigando qua e là in internet, e scopro che l’iniziativa nasce  negli anni 70 e prende talmente piede da espandersi a livello mondiale. Fate conto che  Wwoof Australia conta circa 1500 fattorie.

Oggi le strutture rurali coinvolte si diversificano e includono aziende biologiche, agriturismi, case di campagna, eco villaggi e così via; Visitando il sito potete scoprire che in Italia sono tantissime le aziende ospitanti, dislocate su tutto il territorio nazionale, ognuna con la sua caratteristica. Sono 66 solo in lombardia e spaziano dai monti sino ai laghi.

Diventare woofer è semplice, basta iscriversi all’associazione tramite il sito Wwoof.it (per l’Italia) pagando una quota annuale che prevede anche un’assicurazione sanitaria. Tutti possono diventare  woofers  studenti, pensionati, famiglie con bambini e chiunque desideri fare un’esperienza rurale.

Ogni woofer è libero di scegliere la soluzione di alloggio che più gli si addice, ma lo scopo è sempre lo stesso offrire il proprio  lavoro in cambio di vitto e alloggio. In questo modo le uniche spese contemplate riguardano il viaggio e l’iscrizione all’associazione.  Insomma vale la pena fare una visitina al sito  http://www.wwoof.it/it per saperne di più !

download      Buona esperienza rurale a tutti !

 

 

 

 

 

 

 

Condividi su: facebookgoogle_plusfacebookgoogle_plus
Comments are closed.